lunedì 17 dicembre 2018
Ultime notizie

Allarme obesità infantile: mangia bene,cresci bene

obesità 1L’obesità è una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, condizione che determina gravi danni alla salute. E’ causata nella maggior parte dei casi da stili di vita scorretti: da una parte, un’alimentazione scorretta ipercalorica e dall’altra un ridotto dispendio energetico a causa di inattività fisica. L’obesità è quindi una condizione ampiamente prevenibile.

L’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica a livello mondiale sia perché la sua prevalenza è in costante e preoccupante aumento non solo nei Paesi occidentali ma anche in quelli a basso-medio reddito anche perché è un importante fattore di rischio per varie malattie croniche, quali diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumori.

 

Ma ciò che ci sorprende è l’allarme obesità infantile, in Italia 1 bambino su 5 è ancora in sovrappeso, mentre quasi 1 bambino su 10 è obeso. Colpa di cattive abitudini, soprattutto alimentari. Le regioni più colpite sono quelle del sud,  in particolare la Campania. Nei giorni scorsi è stata presentata a Roma una iniziativa dal Moige(Movimento Italiano Genitori):Mangia bene,cresci bene”rivolta ai minori delle scuole elementari e medie e ai loro genitori.Sono molto importanti quindi percorsi educativi per genitori e figli.
L’ obesità infantile è un problema che può essere risolto in maniera molto semplice  con solo sei mosse  consigliate dal Ministero della Salute:

 

  1. I genitori devono accettare il problema
  2. Non più di 2 ore al giorno di TV e videogiochi
  3. La prima colazione è importante e deve essere sana e nutriente
  4. Frutta e verdura più volte al giorno
  5. Più acqua e meno bibite gassate
  6. Movimento per almeno 1 ora al giorno

 

E allora non vi resta che armarvi di buona volontà e di educare i vostri figli ad una vita sana  facendolo con ironia e senza far pesare i chili di troppo  cosi il giro vita scende!

Per maggiori informazioni visitate il sito www.salute.gov.it