martedì 20 novembre 2018
Ultime notizie

Traffico Internazionale, 18 anni per Genny ‘a Carogna.

Droga dall'Olanda, il pm chiede 18 anni di carcere per Genny 'a Carogna. La requisitoria è stata pronunciata dal pm Michele Del Prete. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna anche per altri imputati“.

Droga dall’Olanda, il pm chiede 18 anni di carcere per Genny ‘a Carogna. La requisitoria è stata pronunciata dal pm Michele Del Prete. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna anche per altri imputati“.

 

Napoli – La richiesta del pm Michele Del Prete per Gennaro De Tommaso (alias Genny ‘a Carogna), capo ultras napoletano della Curva A è di 18 anni. De Tommaso è ricordato per essere stato l’intermediario tra questura, forze dell’ordine ed i giocatori in campo durante la finale di Coppa Italia giocata il 3 maggio 2014 allo stadio Olimpico di Roma tra Napoli e Fiorentina, poco dopo l’assassinio del tifoso napoletano Ciro Esposito da parte dell’ultras romano di estrema destra Daniele “Gastone” De Santis.
Già detenuto nel penitenziario di Secondigliano dal 21 novembre 2015, quando spontaneamente si presentò alle porte del carcere dopo essere sfuggito ad un mandato di arresto emesso dai pm della Procura di Napoli, De Tommaso è accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti (ha importato in Italia ingenti quantitativi di marijuana dall’Olanda). Il pubblico ministero Michele Del Prete ha chiesto la condanna anche per altri imputati: diciotto anni per Giuseppe De Tommaso e sedici anni per Gaetano De Tommaso, zii del capo ultrà. E ancora, sedici anni sono stati chiesti per un cugino di Genny, Rosario De Tommaso, e diciotto anni per Giovanni Orabona.
La prossima udienza per l’ex capo dei Mastiffs è fissata al prossimo 13 ottobre.

di Claudio Menna, Riproduzione riservata.

Claudio Menna

Claudio Menna(Italy, 1985) is a documentary photographer based in Naples.
Architect , after a graduation at the Federico II University .

In the 2012 he starts the project called “ La Ciudad de D10S “ , a journey through his city , a photographic narration who acts the reality, the miseryandthe beauty of the most popular district in Naples.
Through movements, devotdness symbols and unmistakable signs of tradition, he find life and beauty in the contradictory reality of his city, intercepting those slow times exemplary in that areas.

In January 2015 he founds with his friend Gaetano Fisicaro , Magma Photo CollectiveandMAG'zine , a magazine of documentary photography.

Actually he’s working on maintheme of blindness, inside an institute who accommodates children with visual and psycho-physical pathologies, and his writing a book with the participation of female prisonersof the Pozzuoli Penitentiary with photos , storytales and poems.

His works are published on several nazional and international magazines.

Claudio Menna (1985)
è un fotografo documentarista con sede a Napoli.
Architetto, dopo una laurea presso l'Università Federico II.

Nel 2012 inizia il progetto "La Ciudad de D10S", un viaggio attraverso la sua città; un racconto fotografico che narra la realtà, la miseria e la bellezza dei quartieri più popolari di Napoli.
Attraverso movimenti, simboli di devozione e segni inequivocabili di tradizione, scopre la vita e la bellezza nella realtà contraddittoria della sua città, intercettando quei tempi lenti tipici nelle sue aree di studio.

Nel gennaio 2015 fonda con l'amico Gaetano Fisicaro, Magma Foto collettiva e MAG'zine, una rivista di fotografia documentaristica.Attualmente il suo impegno è rivolto a problematiche sociali quali le disabilità visive, collaborando all’interno di un istituto. I suoi progetti sono pubblicate su numerose testate e magazine nazionali ed internazionali.