lunedì 12 novembre 2018
Ultime notizie

Oggi è il “Blue Monday”: il giorno più triste dell’anno

tumblr_lbxt7ksag61qdm61io1_500Anche qui c’entra la matematica, un’equazione che ha come risultato l’aumento delle sensazioni di tristezza e insoddisfazioni del terzo lunedì di gennaio, ogni anno.
Ma come si fa a calcolare il giorno più triste dell’anno? L’idea è venuta a uno psicologo dell’Università di Cardiff, Cliff Arnall, che tramite equazione e tenendo in considerazione parametri su condizioni meteorologiche sfavorevoli, calo delle motivazioni e debiti accumulati ha matematicamente stabilito che il terzo lunedì di gennaio è il giorno in cui ci sentiamo più tristi.
Nel Regno Unito, il Blue Monday è una cosa affrontata molto seriamente tant’è che molti inglesi, quando possibile, preferiscono non recarsi a lavoro e ci sono addirittura associazioni che offrono aiuti psicologici a chi sente di non poter superare le tristissime 24 ore.

La Mental Health Foundation, ad esempio, offe molti consigli pratici per affrontare nel migliore dei modi il Blue Monday: fare esercizio, mangiare sano, ascoltare musica allegra e dare spazio alla socializzazione.
Fortunatamente nella legge del perfetto bilanciamento delle cose del mondo, a fare da contrappeso al giorno più triste dell’anno c’è l’HappiestDay”, il giorno più felice dell’anno, che cade tra il 21 e il 24 giugno. Una buona cosa a cui pensare per superare le restanti ore di questo uggioso Blue Monday 2015.

Antonio Tarallo

Classe 1988, studente a tempo indeterminato. Amante della poesia e della narrativa. Studioso di lingua italiana e appassionato del processo storico sull’evoluzione della Lingua e dei dialetti d’Italia.
Vincitore di decine di concorsi letterari su tutto il territorio nazionale e presente in diverse antologie di poesia e narrativa contemporanea.
Sognava di diventare uno dei due, indifferentemente, tra Woodward e Bernstein ma poi si è ricordato che in Italia non c’era alcun presidente Nixon.