martedì 18 dicembre 2018
Ultime notizie

Maestre d’asilo violente: chieste le condanne. Troppo buoni?

foto articolo pena maestre

L’abuso dei mezzi di correzione. Foto: lanazione.it

Il pm Stefano Puppo ha chiesto pene di 30 e 45 giorni rispettivamente per le maestre d’asilo Rosaria Giovannelli e Maria Rondinella, incriminate di abuso di mezzi di correzione per avere maltrattato in aula alcuni bambini dell’asilo San Gottardo di Genova. Il verdetto sarà emesso dai giudici del tribunale penale di Genova il prossimo 3 maggio 2013. Le due insegnanti, contrariamente ad altre cinque colleghe, hanno scelto il rito ordinario ed il dibattimento. Nel processo a difenderle sono gli avvocati Guido Colella e Maurizio Mascia. Lo scorso dicembre le altre cinque colleghe avevano patteggiato le pene. Condanne più severe erano state inflitte a Lidia Rossi, Paola Castellaro e Annamaria Arata, condannate a due mesi e 20 giorni di reclusione. Patrizia Anna Rossi e Clara Orru’ erano state condannate rispettivamente a due mesi e un mese.
In tutto erano stati accertati 24 episodi di violenza nei confronti dei bambini. I Carabinieri, dopo avere ricevuto due esposti dalla mamma e dalla nonna di due bimbi a loro dire maltrattati, piazzarono quattro microtelecamere all’interno della scuola per l’infanzia, provando chiaramente i modi violenti usati con i bimbi e le punizioni a loro inflitte. Il materiale aveva portato ad una prima richiesta di misura cautelare per maltrattamenti a carico di tre maestre, il cui numero era salito a sette nel corso delle successive inchieste. Il gip non aveva ravvisato i maltrattamenti e il pm aveva cambiato il capo di imputazione in abuso dei metodi di correzione. I fatti risalgono ai primi mesi del 2010. A fatti appurati, poco più di un mese di reclusione non sembra abbastanza. A subire dei maltrattamenti sono stati dei bambini indifesi, che potenzialmente potrebbero aver subito dei danni psicologici. Ennesimo “buonismo” da parte della giustizia italiana? E voi come la pensate?

 

Bruna Di Matteo