venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Le Interviste di Nick – Siksided

Le Interviste di Nick - Logo

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ad artisti emergenti, made by “Interviste di Nick“.Dopo aver inaugurato i mese di Novembre con la Rock Blues band dei Marco Da Rold’s Ghost Train, ci spostiamo a Trieste a suono di Metal e Rock, con il gruppo noto come Siksided.

Quintetto formato da Delano (Chitarra), Paolo (Batteria), Jeff (Chitarra), Wolly (Basso) e Xander (Voce), tutti veterani appassionati e iniziati alla musica dagli anni 90, che hanno fatto confluire le loro esperienze in un unico progetto. Nasce così il loro primo lavoro discografico, uscito nel 2018: “Leave No Stone Unturned“.

Con poche premesse, per non rovinare alcuna sorpresa, siamo pronti a fare una conoscenza più approfondita dei Siksided attraverso le nostre 10 domande.

 

Scopri link e contatti utili alla fine dell’intervista

 

Siksided - Logo

 

1) Come prima domanda, vorrei chiedervi qualcosa sul vostro background artistico: Come avete iniziato a suonare e siete diventati la formazione che siete oggi?

Siksided: Il background musicale del gruppo viene dagli anni ’90 in cui il metal ha iniziato ad essere contaminato da vari generi. Tutti noi abbiamo iniziato a coltivare la passione per lo strumento più o meno in quel periodo. Negli anni poi ognuno ha fatto le sue esperienze con vari gruppi dai quali sono nati i Siksided. L’incontro tra i membri attuali è avvenuto tramite amicizie comuni.

2) Da dove viene il nome “Siksided”?

Siksided: Il nome Siksided deriva da “esagono”, la forma della nostra prima sala prove sita in un asilo abbandonato. L’esagono è una figura fin dall’antichità piena di significati esoterici e spirituali non necessariamente negativi.

3) Come descrivereste voi e la vostra musica?

Siksided: E’ semplicemente rock che filtrato dalle esperienze di ognuno di noi diventa quello che è.

4) Ci son artisti che vi hanno particolarmente influenzato o ispirato?

Siksided: Beh.. la lista è lunghissima. per non cadere nello scontato ti diremo tutti i grandi gruppi che dai ’90 in poi hanno caratterizzato la scena rock e metal in tutte le sue sfumature senza dimenticare i “grandi” degli anni ’70 e ’80.

5) Quanto pensate che sia importante avere una forte identità musicale e come commenteresti la vostra?

Siksided: Senza un’identità musicale un gruppo non può fare molta strada, è come essere vivo ma senz’anima. In ogni nostra canzone puoi sentire quello che siamo e da dove veniamo. Purtroppo, molti degli “artisti” che il mercato ci propone da qualche anno a questa parte sono costruiti a tavolino o vengono da talent dagli esiti più o meno opinabili e non denotando un’identità musicale solida spariscono subito dalle scene.

6) Parliamo di “Leave No Stone Unturned”. Cosa potete dirci su questo disco?

Siksided: LNSU è un disco che è, per così dire, scaturito da se. È la somma di quello che abbiamo composto in questi anni. E’ l’evoluzione naturale dell’incontro tra ogni riff che ci è venuto in testa e di ogni linea melodica che abbiamo elaborato con i testi evocativi di Xander.

 

Siksided - Leave No Stone Unturned

 

7) Qual è il brano che pensate vi rappresenti di più?

Siksided: Leaf.

8) Cosa provate quando fate musica?

Siksided: Le canzoni, quando le suoni, devono trasmetterti le stesse sensazioni che ha chi le ascolta. In ognuna delle nostre, come in milioni di altre canzoni, puoi riconoscere le sensazioni più disparate che vanno dalla rabbia al sollievo, dalla riflessione all’ironia. L’importante è trasmettano qualcosa e che generino nella testa dell’ascoltatore sensazioni e riflessioni. Che sia una sensazione positiva o che sia negativa l’importante è che ti lascino una traccia dentro.

9) C’è qualche artista con cui vi piacerebbe o vorreste avere l’onore di collaborare?

Siksided: Utopicamente mi sarebbe piaciuto collaborare con David Bowie.

10) Cosa potete dirmi sui vostri progetti futuri? E che vette vorreste raggiungere?

Siksided: Suonare in giro per portare a più persone possibili la nostra musica e registrare alcuni nuovi brani in cantiere che si prospettano molto interessanti.

 

Contatti e Link utili

Per concludere, il loro brano più rappresentativo: “Leaf”.