giovedì 19 luglio 2018
Ultime notizie

Le Interviste di Nick – Philø

Le Interviste di Nick - LogoRiecco il settimanale appuntamento con le “Interviste di Nick“. dedicato agli artisti emergenti. La scorsa volta ci siamo confrontati con il giovane cantautore “Meron“”, mentre quest’oggi abbiamo come ospite il DJ Philø“.

In attività da ormai quasi 10 anni, ha trovato la sua strada nel mondo della musica con l’appoggio dei suoi fidati mixer e sequencer. Cosa fa di lui l’artista che è oggi? Cercheremo di scoprirlo.

Ecco le 10 domande “ad hoc” per conoscere meglio il passato di Philø:

 

Scopri link e contatti utili alla fine dell’intervista

 

Philø

 

1) Dunque, per prima cosa mi piacerebbe sapere com’è nata la tua passione e hai mosso i primi passi nel mondo della musica.

Philø: Ciao, la mia passione nasce da piccino con le prime compilation hirmania e derivati, la musica dance è stata la mia prima forma d’approccio verso le produzioni musicali e il djing. Dopo anni di solo ascolto, mi approcciai al mondo della produzione (2007) e dopo anni in cui mi mettevo i soldi da parte comprai la mia prima console e il mio primo impianto audio e iniziai a fare compleanni e/o festicciole così tra amici.
Ora sono Dj resident Al Hemingway lounge Bar di S.Pancrazio Salentino (Br) e all’Ipogeo Club di Torre S.Susanna (Br). Dopo anni di ascolto musicale e ricerca di generi, facendomi una cultura ho creato il mio stile.

2) Da dove deriva il tuo nome d’arte?

Philø: Bella domanda, che nessuno mi ha mai fatto: il mio nome d’arte intanto viene dal mio cognome “filo-meno” ma il fatto che lo abbia scritto in greco “Philo” significa “amore” in greco, la”o” barrata invece per me ha un significato personale, sono io quella “o” barrata; barrata da tutto e tutti ma significa molte cose, per esempio in musica si usa per siglare l’accordo semidiminuito, ovvero un accordo di settima di terza specie, con la terza minore, la quinta diminuita e la settima minore, in lingua danese ø è anche una parola e significa isola o in matematica coincide con il simbolo grafico dell’insieme vuoto (da qui l’idea).
Vuoto perchè a parte la musica stessa nessuno mi ha mai aiutato, ho sempre fatto tutto da solo.

3) Come e quando hai iniziato a comporre brani originali tuoi?

Philø: Ho iniziato a comporre brani miei nel 2012, dopo molti anni di prove sotto altri pseudonimi, però solo ora, precisamente ad Ottobre uscirà il mio primo Ep.

4) Dimmi, c’è qualche artista in particolare a cui ti rifai o che ti ha ispirato nel particolare?

Philø: Artisti particolari a cui mi rifaccio non proprio, quand’ero più piccolo avevo una fissa per Deadmau5, Eric Prydz in particolare ma ho sempre amato tutta la musica elettronica.

5) Quanto pensi che sia importante avere una forte identità musicale e come commenteresti la tua?

Philø: L’identità musicale serve, io personalmente preferisco lasciare una mia impronta piuttosto che copiare un sound trito e ritrito. La mia personalità musicale è come me: variegata. Amo mischiare sound e provare cose nuove.

6) Parliamo del tuo ultimo singolo, “Philøfobia“. Cosa può dirci su questo brano?

Philø: Philøfobia nasce nel 2016 come idea, e come si legge dal titolo significa: “paura di amare”, così ho espresso il mio concetto sotto forma di musica, un brano dai toni cupi e freddi, con una 808 che c’è ma non è invasiva, con suoni malinconici. Io che la paura di amare l’ho realmente vissuta e in questo Ep si sentirà tutta.

 

Philøfobia

 

7) Dicci invece qualcosa sul tuo disco di prossima uscita.

Philø: Il disco uscirà ad Ottobre, ho voluto questa data perchè Ottobre è un mese importante per me, è un mese di cambiamenti e io cambio sempre, ho fatto uscire il singolo mesi prima perchè ero un attimo “scomparso” dalla scena delle produzioni visto che sono prima di tutto un DJ e poi producer.

8) Cosa provi quando fai musica?

Philø: Quando accendo il pc e apro il sequencer mi ritaglio un angolo solo per me, mi rilassa, mi piace, mi sfogo, e in base al mio stato d’animo creo musica. E’ il momento che più amo in assoluto.

9) C’è qualche artista con cui ti piacerebbe o vorresti avere l’onore di collaborare?

Philø: Sinceramente no, ormai si pensa a fare i featuring solo per il guadagno ma io non ci penso minimamente; prima la passione poi il resto…

10) Cosa puoi dirmi sui tuoi progetti futuri? E che vette vorresti raggiungere?

Philø: Ho sempre avuto i bastoni tra le ruote con la musica ma nel mio piccolo sto andando avanti, progetti non ne faccio; chi vivrà vedrà.

Contatti e Link utili

Per concludere, ecco il video del suo ultimo brano: “Philøfobia”.