giovedì 20 settembre 2018
Ultime notizie

Le Interviste di Nick – Cristina Rossetti

Le Interviste di Nick - Logo

Secondo appuntamento settimanale, in via eccezionale con le “Interviste di Nick“ . Lo scorso giovedì abbiamo parlato con la giovanissima Alisia Jalsy, mentre nello speciale di ieri, abbiamo fatto alcune domande al rapper Tueff. Oggi invece, torniamo un’altra volta con una splendida artista, la cantante Cristina Rossetti.

Figlia d’arte, viene iniziata alla musica in giovanissima età e ancora adolescente effettua il suo debutto ufficiale, decidendo di dedicare tutta se stesse all’arte. Ed è per questo che desideriamo saperne di più di lei, con poche semplici domande, per approfondire i suoi trascorsi e i suoi obbiettivi.

 

Scopri link e contatti utili alla fine dell’intervista

 

Cristina Rossetti

 

1) Come prima domanda, vorrei chiederti qualcosa sul tuo background artistico: com’è nato il tuo interesse e la tua passione per la musica e il suo mondo?

Cristina: Il mio interesse musicale è nato in famiglia: mio padre è un musicista percussionista e maestro di musica alle medie; è stato direttore d’orchestra e ha registrato “L’amico è” di Dario Baldanbembo e Caterina Caselli. All’inizio ho passato la mia infanzia ad ascoltare buona musica, dai Blues Brothers a Whitney Houston e mi sono dedicata allo studio del pianoforte, che poi l’ho abbandonato e lo sto riprendendo solo adesso perché ho cominciato a capire che quello che volevo fare davvero era cantare; infatti cantavo continuamente e all’epoca, quando ancora non utilizzavo internet, trascrivevo i testi a mano.

2) C’è qualche artista in particolare a cui ti rifai o che ti ha ispirato nel particolare?

Cristina: Io canto soprattutto in inglese e americano,ho ascoltato molto tutta la musica dagli anni 70 ai 90; avevo 9 anni quando canticchiavo Whitney Houston e Giorgia, quindi direi questi due artisti in particolare per quanto riguarda il pop, invece ascolto molto anche gli Evanescence, decisamente rock. Adoro Beyonce, Mariah Carey e Ariana Grande.

3) Quanto pensi che sia importante avere una forte identità musicale e come commenteresti la tua?

Cristina: L’identità musicale si crea nel tempo e non è per nulla facile. Io ho sempre fatto cover e per questo motivo è stato difficile crearsene una. Ho iniziato in realtà ad avere una vera e proprio identità con il mio primo inedito “Tutto Cambia” e ora che sto lavorando ad altri singoli comincia ad emergere molto di più la mia personalità, che è sicuramente drammatica e triste da una parte ma anche speranzosa dall’altra, sono molto disciplinata nella vita di tutti i giorni cosi come nel canto.

4) Quale pensi sia stata la tua esperienza professionale più importante, formativa o entusiasmante?

Cristina: E’ difficile sceglierne una in realtà, perché ne ho fatte davvero tantissime… sicuramente tra queste c’è stata una serata di beneficenza per comprare un defibrillatore per la città di Mariano Comense, il percorso radiofonico quindi le dirette in studio con le radio locali sono una delle più belle esperienze degli ultimi anni; molto bello è stato anche il videoclip musicale natalizio fatto insieme a Saronno tv.

5) Cosa può dirci sul tuo primo singolo “Tutto Cambia”?

Cristina: “Tutto Cambia” un brano autobiografico che racconta le mie sensazioni e il mio vissuto degli ultimi anni. E’ il mio primo singolo, è stato realizzato dal compositore Michele Pittoni con il mio aiuto. E’ un brano dedicato alla persona che mi sta accanto da quasi otto anni; è nato come brano pop melodico e si è poi evoluto in un pop contaminato dall’elettronica. Il testo è incisivo e drammatico ma emerge la speranza del cambiamento.

6) Cosa provi quando fai musica?

Cristina: Non potrei vivere senza musica… semplicemente… ogni volta che salgo in macchina devo accendere la radio altrimenti mi sento a disagio. Ho sempre cantato da quando ne ho memoria e nonostante la mia sia stata una vita difficile, con problemi di salute invasivi, dentro e fuori dagli ospedali, non ho mai smesso di cantare. Seguo sempre mille progetti e dedico buona parte del mio riposo e tempo libero alla musica. Per me è tutto, senza di lei mi sentirei vuota e morta.

7) C’è qualche artista con cui ti piacerebbe o vorresti avere l’onore di collaborare?

Cristina: Sono tanti gli artisti con cui vorrei cantare, sicuramente quelli già nominati prima, e tanti altri.

8) Cosa puoi dirmi sui tuoi progetti futuri? E che vette vorresti raggiungere?

Cristina: Tra i miei progetti futuri c’è sicuramente fare un disco; sto lavorando duramente a questo progetto e spero abbia la possibilità di realizzarlo. Vorrei lavorare con il canto, ma sarebbe il mio secondo lavoro perché nella vita sono quasi al termine della facoltà di farmacia. Non so fin dove arriverò, ma più in alto riuscirò ad arrivare meglio sarà.

 

 

Contatti e Link utili

Per concludere, ecco il video del suo primo singolo: “Tutto Cambia”.