venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Il Gran ballo ottocentesco, il 28 settembre a Napoli

Photo by: http://www.societadidanza.it/homenapoli.it.html

Photo by: http://www.societadidanza.it/homenapoli.it.html

Ballare sulle onde del passato. Il 28 settembre alle ore 20,00 si darà il via al Gran ballo ottocentesco organizzato all’interno della suggestiva corte angioina. Le danze sono riproposte dall’Associazione “Società di danza”, che nasce nel 1991, dall’idea del fondatore Fabio Mollica con lo scopo di divulgare la conoscenza delle danze e romanze di Società del 1800. Il gruppo si è costituito poi come federazione, i cui circoli sono presenti in tutta la penisola in circa 30 città. I membri ripropongono lo studio di antichi balli come la quadriglia, il valzer e la contraddanza, la mazurka, la polka e perfino le danze scozzesi. Nata da oltre ventanni Società di danza ripropone una passione lontana, promuovendo così anche la ricerca storica. Musica, ballo e architettura in questo evento cantano all’unisono. Si tratta di un’opportunità unica di avvicinarsi per la prima volta alle danze antiche e partecipare allo straordinario connubio tra architettura e arte.

In questo modo il vecchio è recuperato dall’attuale, intrinseca voglia di scatenarsi sulla pista da ballo. Perché la memoria non rimane sepolta nei vecchi film, nei libri di storia o nelle biografie del passato. La memoria è presente. Giovani, meno giovani così scoprono la bellezza della storia viva, della musicalità di melodie trascorse, talvolta dimenticate, ma pregne di fascino. Durante l’anno, l’associazione organizza corsi di danza ed altri numerosi appuntamenti per gli appassionati del genere, come Il Gran ballo di fine annoIl Gran ballo degli Innamorati e, in primavera, il Gran ballo delle debuttanti.

La Società di danza cura anche altre iniziative come: stage, corsi e collaborazioni con enti esterni, istituzioni ed altre associazioni culturali.

 

Gran Ballo Ottocentesco alla Corte Angioina 

Danze e Romanze dell’800

Soprano Leontina Alvano Tenore Gianni Baiano
Maschio Angioino – Piazza Castello

Ingresso libero

Per maggiori informazioni: 3355847027

Donatella Conte

Studentessa di Lettere, aspirante scrittrice. Amo i libri, il cinema neorealista, Vittorio De Sica, odio le ipocrisie ed il qualunquismo. Chi sono? Una ragazza che per salvarsi sceglie di non andarsene ma di scrivere, perché la scrittura può smuovere menti ottuse e scoprire lascive bugie che la società ancora ci racconta. Citando Roberto Saviano: ”La scrittura è stata ed è medicina, piacere, casa, riconferma che esisto, ma anche straordinaria -forse unica per me- possibilità d'incontro, e non penso solo a libri e articoli ma anche a Facebook, che è la mia piazza, il mio bar, il mio ristorante, il mio giardino pubblico e la mia passeggiata a mare.” Scrivere per me è vivere, impossibile stare senza.