venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Gli appuntamenti dello Slash tra arte e fiabe a luci rosse

10915189_1593791167499271_9201741382921802246_nContinuano incessanti le attività dello Slash, il nuovo spazio multiculturale di via Vincenzo Bellini. Ecco i prossimi appuntamenti. Domenica 25 gennaio alle 20.00 con Inbilico Teatro, verranno rappresentate Le fiabe Erotiche 
di C’eraVeramante Una Volta, Vol II. Questa notte le creature di C’eraVeramenteUnaVolta hanno varcato i confini per una botta di .. realtà giù in città! 
Scatenati come mai, i personaggi delle Fiabe sono tornati..
..E magari chissà potreste incontrare il principe azzurro ed essere voi le fortunate a calzare la scarpina ..o riscaldarvi alla luce di un fiammifero ..o volare all’isola che non c’è e magari ritrovravi a ruzzolare con Alice..e di meraviglie ne vedrete un bel po’ ..
..Non serve il cappottino rosso e la cartella bella per andar con loro..
..Basta solo un po’ di..fantasia..
Prima partenza Per le incoffessabili fiabe h 20:00 Slash art/msic Con : Giulio Barbato, Adriana D’Agostino, Lucia Rocco Ramona Tripodi
N.b. La Performance è vietata ai minori di anni 18 Free Entry! 10687286_1594193414125713_4436258706618099092_o

 

Ancora, si prosegue martedì 27 gennaio con il ciclo di aperitivi “attivi”, in cui il  martedì si da spazio all’arte nella sua forma forse più vicina all’immaginario collettivo. la pittura!
Verrete “armati” di tela e pennello ,guidati dalla maestra Lauren Lombardo direttamente da NewYorkCity, che con i suoi mirati consigli e le sue sapienti mani faranno uscire il Picasso che è in voi.

Nel frattempo gusterete le specialità dello chef ed i drink del mastro bartdender.
Costo drink, buffet e lezione 20€ (incluse forniture)

Gradita la prenotazione

Arianna Esposito

Direttore responsabile Linkazzato at Linkazzato
Giornalista pubblicista dal 2012, una laurea in sociologia e una sconfinata passione per l’universo delle parole, bilanciata da una certa avversità per quello dei numeri. A chi mi chiede dove ho lasciato il filo, rispondo che il filo, quello del discorso, raramente lo perdo.