giovedì 24 maggio 2018
Ultime notizie

Da Eataly Ostiense la Festa delle Birre Artigianali

È la birra AncestrAle l’ospite d’eccezione del Ballo delle Debuttanti, evento inserito all’interno della Festa delle Birre Artigianali che si è svolto dal 9 all’11 marzo presso Eataly, situato nel quartiere ostiense di Roma.

Si tratta di una birra inedita che è stata etichettata proprio in occasione del suo debutto durante la Settimana della Birra, nata grazie alla collaborazione tra Slow Food e il birrificio Alta Quota, realizzata con il pane avanzato della panetteria di  Eataly.

Per un fine settimana il terzo piano dell’ex stazione ferroviaria ha ospitato 24 birrifici provenienti da tutta Italia che hanno portato nella capitale 60 birre in degustazione.

Ambrate, fumé, lager, scure, belga, weiss, pilsener.

Ogni birra è un universo a sé di sentori e sapori che vengono di volta in volta declinati in maniera diversa.

Non sono mancate le postazioni dedicate al food.

Scottadito ha proposto tre tipologie diverse di cartocci che si abbinano perfettamente a una pils gelata, I Fratelli Maioli hanno portato con sé le piadine tipiche dello street food romagnolo che ben si sposano con il frumento di una weiss, mentre, i corposi hamburger di TBSP – l’american barbecue di Ponte Milvio –  hanno trovatp il proprio corrispettivo in una birra dal grado alcolico più impegnativo.

Infine, non poteva mancare un angolo dedicato al dolce, con i prodotti della Bakery House.

Info  www.eataly.net/it_it/negozi/roma/archivio-roma/festa-delle-birre-artigianali-roma/

Imma Amitrano

Ho 24 anni e mi piace scrivere da quando ho imparato a farlo. Dopo essermi diplomata al liceo classico di Castellammare di Stabia mi sono trasferita a Roma dove mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università La Sapienza, ho continuato il mio percorso formativo all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico conseguendo un master in critica giornalistica. I miei interessi sono rivolti al mondo della cultura e dello spettacolo, con una particolare predilezione per il teatro perché credo che il palcoscenico sia una lente privilegiata attraverso cui guardare la realtà.
Amo gli animali e sono vegana, adoro la letteratura e l’archeologia, il mare d’inverno e i vecchi film in bianco e nero.