martedì 20 novembre 2018
Ultime notizie

Bagnoli Libera. Un corteo nell’Ex Italsider.

Lungo le strade di Fuorigrotta e Bagnoli, nel giorno della festa dei Lavoratori, hanno sfilato circa un migliaio di manifestanti, una cinquantina tra Associazioni,comitati, centri sociali e movimenti, non solo dell’area Flegrea, per chiedere un immediato intervento nell’ex area Industriale di Bagnoli-Coroglio.
Il fulcro della protesta ha riguardato i recenti provvedimenti seguenti al commissariamento del Comune di Napoli ed alla Conferenza dei Servizi del 14 aprile, durante la quale il commissario straordinario Salvo Nastasi ha illustrato i punti cardine del nuovo piano di rilancio, bonifica e riqualificazione dell’area Bagnoli-Coroglio. Espropri, abbattimento del borgo antico di Coroglio e conseguente ricollocazione per i residenti, dismissione e smantellamento della colmata che connette l’arenile Nord a quello Sud di Bagnoli, e costruzione di hotel, residence piscine e lidi turistici privati.
“Vogliamo che vengano presi provvedimenti seri una volta e per tutte per una terra in cui da troppo tempo necessita di un cambiamento. Non vogliamo speculazioni e promesse adesso è il momento di agire ed al più presto possibile. Vogliamo quelle bonifiche promesse da sempre e mai realizzate”.

Dopo aver attraversato Fuorigrotta partendo da Piazzale Tecchio, il corteo si è diretto a Bagnoli facendo per circa mezz’ora una deviazione fuori programma all’interno dell’area industriale sotto sequestro dell’ex Italsider raggruppandosi sotto l’altoforno ormai in disuso da anni.
Ritornati sulla strada che costeggia l’area il corteo ha proseguito all’interno di Bagnoli per poi sciogliersi all’esterno della stazione della Cumana, senza tensioni o problemi con le forze dell’ordine.

Foto servizio – Claudio Menna

© Claudio Menna/2016

© Claudio Menna/2016

Claudio Menna

Claudio Menna(Italy, 1985) is a documentary photographer based in Naples.
Architect , after a graduation at the Federico II University .

In the 2012 he starts the project called “ La Ciudad de D10S “ , a journey through his city , a photographic narration who acts the reality, the miseryandthe beauty of the most popular district in Naples.
Through movements, devotdness symbols and unmistakable signs of tradition, he find life and beauty in the contradictory reality of his city, intercepting those slow times exemplary in that areas.

In January 2015 he founds with his friend Gaetano Fisicaro , Magma Photo CollectiveandMAG'zine , a magazine of documentary photography.

Actually he’s working on maintheme of blindness, inside an institute who accommodates children with visual and psycho-physical pathologies, and his writing a book with the participation of female prisonersof the Pozzuoli Penitentiary with photos , storytales and poems.

His works are published on several nazional and international magazines.

Claudio Menna (1985)
è un fotografo documentarista con sede a Napoli.
Architetto, dopo una laurea presso l'Università Federico II.

Nel 2012 inizia il progetto "La Ciudad de D10S", un viaggio attraverso la sua città; un racconto fotografico che narra la realtà, la miseria e la bellezza dei quartieri più popolari di Napoli.
Attraverso movimenti, simboli di devozione e segni inequivocabili di tradizione, scopre la vita e la bellezza nella realtà contraddittoria della sua città, intercettando quei tempi lenti tipici nelle sue aree di studio.

Nel gennaio 2015 fonda con l'amico Gaetano Fisicaro, Magma Foto collettiva e MAG'zine, una rivista di fotografia documentaristica.Attualmente il suo impegno è rivolto a problematiche sociali quali le disabilità visive, collaborando all’interno di un istituto. I suoi progetti sono pubblicate su numerose testate e magazine nazionali ed internazionali.