venerdì 16 novembre 2018
Ultime notizie

Art.B.Band in family a #venerdìopaesmì

13576429_908461199282225_482572489_nIl festival #venerdìopaesmì entra nel vivo del suo cartellone presentando il gruppo musicale Art.B.Band in family che si esibirà il primo venerdì del mese di luglio, inaugurando la vera estate in musica di Caivano.

La band, dopo varie esperienze e allontanamenti, “ri-nasce” nel 2014 con tutti i componenti storici del gruppo zerosessantacinque capitanati da Arturo e Gennaro Balsamo che possono contare sul supporto degli altri membri della band, tutti appartenenti alla stessa famiglia, tranne il bassista Rosario Maiolo.

Reduce da una serie di affollatissime esibizioni, il gruppo porterà a #venerdìopaesmì il suo revival degli anni ’70, ’80 e ’90 per confermare il trend che il festival sta registrando già dalla serata inaugurale che vuole via de Gasperi colma di giovani appassionati di musica.

 

Non solo musica ma anche spazio al mondo del sociale con l’intervento dell’associazione: “Sottoterra movimento antimafie” un’organizzazione di volontariato attiva dal 2010 con sede a Frattamaggiore. L’associazione propone l’educazione alla legalità mediante l’attivazione di laboratori nelle scuole di ogni ordine e grado e promuove iniziative a favore della pace e della giustizia oltre alla realizzazione di progetti di didattica ambientale.

L’associazione si propone come punto d’informazione riguardo la cultura della legalità e la lotta alla camorra anche attraverso l’organizzazione di seminari e convegni.

 

Prossimi appuntamenti #venerdìopaesmì – 3.0

 

8 Luglio – Nero a Metà (Tribute band Pino Daniele)

15 Luglio – Tony Tammaro

22 Luglio – Tamburi di fuoco (Percussioni)

29 Luglio – Via Nova (Musica popolare)

5 Agosto – Bludiklein – RedRuff (Vincitori Caivano Music Contest) – Dj Set – Priore Crew

2 Settembre –Habemus Capa (Tribute band di Caparezza)

9 Settembre – Sud 58 ( Made in Sud)

 

#venerdìopaesmì un momento di città ideale

Arianna Esposito

Direttore responsabile Linkazzato at Linkazzato
Giornalista pubblicista dal 2012, una laurea in sociologia e una sconfinata passione per l’universo delle parole, bilanciata da una certa avversità per quello dei numeri. A chi mi chiede dove ho lasciato il filo, rispondo che il filo, quello del discorso, raramente lo perdo.